03/06/17 – Giochi dei Piccoli Stati/ Per la pallavolo di San Marino ancora un argento e un bronzo

NicolasFarinelli

Ultima giornata dei Giochi dei Piccoli Stati e altre soddisfazioni per la Federazione sammarinese di pallavolo. Dopo la medaglia d’oro nel beach volley femminile con Debora Pini e Silvia Bulgarelli dell’altro ieri, oggi sono arrivati un argento dalla nazionale femminile e un bronzo da quella maschile.

La nazionale femminile sammarinese ha giocato contro Cipro alle 16 con già il bronzo in tasca grazie al “suicidio” dell’Islanda nella prima partita della giornata, vinta dalle norrene regalando due set al Liechtenstein: 3 a 2 (25/11 23/25 25/20 17/25 15/11) il punteggio finale. Ma le ragazze del Ct Morolli non si sono accontentate del terzo posto e hanno affrontato a viso aperto le cipriote giocando al loro stesso livello. Ne è venuta fuori la più bella partita del torneo, con spettacolari difese, muri altissimi e schiacciate potenti (Parenti 21 punti). Alla fine hanno vinto le padrone di casa al tie-break (20/25 25/22 25/20 23/25 15/12) regalandosi, in questo modo, la medaglia d’argento proprio dietro alle cipriote, alle quali bastava un punto per assicurarsi il titolo e davanti al Lussemburgo che, nella partita della mattina, aveva sconfitto Malta per 3 a 0 (13, 23, 20).

“E’ stata la migliore partita che abbiamo giocato in questo torneo – ha commentato Luigi Morolli, Ct di San Marino. – L’avevamo preparata bene e in alcuni fondamentali come la difesa, il muro e la distribuzione del gioco le ragazze sono state perfette. E’ un bel risultato che premia il lavoro fatto. Certo, siamo stati anche vicini all’oro quando nel quarto, in vantaggio per 2 a 1 nel conto dei set, abbiamo recuperato dal 20/24 al 23/24. C’è mancato poco ma resta la grande soddisfazione per un argento importantissimo”.

Questa la classifica finale: Cipro 12, San Marino 11, Lussemburgo 10, Islanda 8, Malta 3, Liechtenstein 1.

La nazionale maschile di pallavolo ha giocato alle 19, anch’essa con la medaglia di bronzo già appesa al collo visto che in mattinata Cipro aveva battuto Monaco per 3 a 1 (25/15 20/25 25/21 25/19) lasciando i monegaschi a 4 punti in classifica, contro i 5 dei Titani. La partita con il Lussemburgo non ha avuto storia se non nel primo set, quando i biancazzurri sono arrivati vicinissimi ai lussemburghesi. E’ finita 0 a 3 (21, 19, 17) “Con qualche piccolo rammarico per tre chiamate arbitrali nel primo set che ci hanno condizionato – ha detto Stefano Mascetti, ct dei biancazzurri. – Resta la soddisfazione per un bronzo che, visto il livello delle prime due classificate, per noi vale come un oro”. La partita sarà anche ricordata per l’addio alla pallavolo giocata da parte di due colonne della nazionale: Valerio Guagnelli e Ivan Stefanelli che hanno goduto della meritata uscita anticipata dal campo condita dalla standing ovation del pubblico.

Questa la classifica finale: Lussemburgo 11, Cipro 10, San Marino 5, Monaco 4, Islanda 0.

Nel complesso la pallavolo porta al medagliere sammarinese un oro, un argento e un bronzo con quattro squadre schierate al via. Soddisfattissimo il presidente federale Gian Luigi Lazzarini: “Abbiamo portato ai Giochi quattro team e tre sono andati a medaglia. – Ha detto a fine manifestazione. – Per questi risultati va dato merito alle giocatrici, ai giocatori e ai tecnici ma anche a chi lavora in federazione e ogni giorno si impegna gratuitamente per il bene del volley sammarinese. Assieme ai dirigenti, stiamo lavorando forte per sviluppare i settori giovanili e questo sta dando risultati oggi e darà frutti in futuro. A questo si accompagnano anche gli ottimi progetti realizzati assieme alla Commissione tecnica del Comitato olimpico”.

Nelle foto: Nicolas Farinelli