23/05/10 – La Banca di San Marino n serie C

La BANCA DI SAN MARINO ha compiuto l’impresa.Battendo il Gossolengo per 3 a 0 (parziali a 20, 19 e 17), anche nella partita di ritorno della finale play-off promozione giocatasi sabato 22 a Serravalle, ha conquistato la serie C. “Una vittoria che tutti abbiamo voluto fortemente – commenta a caldo l’allenatore Wilson Renzi – a partire dalle ragazze, dai dirigenti, dagli accompagnatori, dai massaggiatori e da tutti quelli che ci hanno accompagnato in quest’avventura. E’ stata dura, perché in campionato non siamo partiti bene e per conquistare questa promozione abbiamo dovuto mettere in fila 20 vittorie fra campionato e play-off. Brave le giocatrici a non cedere mai psicologicamente, a loro va il merito di questo risultato, in particolare a quelle fra di loro che per tutta la stagione non hanno mai saltato un allenamento, anche quando avrebbero potuto trovare delle scuse per farlo. Ma il mio ringraziamento più grande va a mia moglie Irene. Siamo diventati genitori di Filippo solo da qualche settimana e lei si è accollata tutti gli oneri che comporta l’arrivo di un bebè in casa, lasciandomi libero di pensare ai play-off. Le devo molto”. 

Raggiante anche il presidente Leo Gennari: “una promozione meritata – dice – 20 vittorie consecutive tra stagione regolare e play-off; nessun set perso nei play-off nonostante molte delle nostre giocatrici non li avessero mai giocati; la qualificazione alla post-season come miglior seconda di tutta l’Emilia-Romagna in un girone che, risultati alla mano, sembra essere il più forte di tutta la Regione. Sono numeri che testimoniano la forza di questa squadra. Come dirigente sono davvero soddisfatto del lavoro fatto. Adesso festeggiamo, stacchiamo la spina per un po’ e poi penseremo al prossimo campionato di serie C”.

  

Ovviamente la cronaca della partita passa in secondo piano. Ma quella della BANCA DI SAN MARINO non è stata una vittoria facile. Gossolengo è scesa a Serravalle decisa a giocarsi le proprie carte e, in tutti e tre i set, non ha mai rinunciato a battersi. Nel primo parziale, si è trovata anche davanti sul 5 a 6 ed è rimasta in partita fino al 16-15 mostrando battute insidiose e una buona distribuzione di gioco da parte del loro palleggiatore. Sono stati gli attacchi da posto 4 della brasiliana Georgette Mengarda a fare la differenza. Nel secondo set San Marino è andata subito avanti 4 a 0 e Gossolengo ha tentato per tutto il parziale di recuperare senza mai riuscirci. Nel terzo set, le piacentine sono rimaste in partita fino al 14 a 13, pur messe in difficoltà dalle battute di Chiara Parenti. Anche in questo caso sono state le bombe di Mengarda, ben imbeccata da una stoica Camilla Montironi (in campo con un polso praticamente bloccato), a scavare il solco definitivo.

  Tabellino: Bacciocchi 8; Parenti 8; Mengarda 25; Vanucci 4; Lunardini 1; Montironi 3; Antimi (L); Barducci; Stimac n.e; Campo n. e.