27/05/12 – Europei 2013: si qualificano tutte e due le nazionali

Oggi San Marino esce con un doppio successo dalle qualificazioni agli Europei Small Country Division che si disputeranno l’anno prossimo. La nazionale maschile guidata da Stefano Maestri ci riesce conquistando il secondo posto nel raggruppamento di Malta, davvero col brivido. Arrivata alla decisiva partita col Principato di Monaco (le due squadre erano appaiate a 6 punti in classifica), i titani si sono imposti per 3 a 2 dopo aver perso i primi due set (18/25 19/25 25/17 25/21 17/15). Una partita durissima, lunga ben due ore e risolta solo ai vantaggi al tie-break.

I primi quattro set sono stati speculari: sempre avanti Monaco nei primi due; sempre avanti San Marino nel terzo e nel quarto. Nel tie-break, brividi lungo la schiena per i tifosi della nazionale. San Marino va subito sotto (primo time-out sul 2 a 5) e non riesce mai a recuperare sui monegaschi fino a trovarsi sotto addirittura per 6 a 12. E’ da lì che prende il via la riscossa sammarinese che agguanta gli avversari sul 13 pari e poi li sorpassa. Primo match ball annullato sul 15 a 14 ma sul 16 a 15 i fratelli Tabarini (12 punti Francesco e 9 Alfredo) e compagni non sbagliano la palla decisiva. La classifica finale vede trionfare Cipro (12 punti, 4 vittorie e 1 solo set perso) davanti a San Marino (8 punti), Monaco (7), Islanda (3) e Malta 0.

 

La nazionale femminile, in Lussemburgo, ha avuto la strada spianata dalla vittoria dell’Islanda sulle Isole Faroe per 3 a 0 nell’ultima giornata del torneo. A quel punto, con 6 punti in classifica e con tutte le altre avversarie a tre, l’ultimo impegno contro le padrone di casa diventava ininfluente. In ogni caso, le ragazze guidate dal tecnico “Naci” Morolli hanno più che onorato il match sconfiggendo anch’esse le avversarie al tie-break (25/22 19/25 23/25 25716 15/8). La vittoria per 3 a 2 delinea una classifica che vede San Marino prima a 8 punti, seguita da Lussemburgo (4) Islanda e Faroe (3).

San Marino avrebbe anche potuto chiudere con meno affanno il match se nel terzo set, avanti 21 a 12, non si fosse fatta rimontare fino a subire il pareggio sul 23 pari e poi il sorpasso. Ma in queste eliminatorie Morolli e la squadra hanno sempre saputo riprendere in mano il gioco. Quarto set e tie-brerak, infatti, hanno avuto poca storia. Sugli scudi ancora una volta Elisa Parenti (22 punti) e Samanta Giardi (20).