29/05/13 – Giochi Piccoli Stati: Nazionale femminile sconfitta al tie-break dal Lussemburgo

Esordio amaro per la nazionale femminile di volley in questa 15esima edizione dei Giochi dei Piccoli Stati. Mercoledì sera le titane, opposte alle padrone di casa del Lussemburgo, sono uscite sconfitte dal parquet del palazzetto “Coque” per 3 a 2 (parziali di 25/22 14/25 26/24 23/25 15/13 in favore delle padrone di casa), dopo una battaglia durata più di due ore. La sconfitta porta soprattutto il nome di Isabelle Frisch. La mancina, imbeccata dall’altra veterana, la palleggiatrice Martine Emeringer, è stata spesso imprendibile per muro e difesa delle sammarinesi.

Nel primo set San Marino parte meglio (8/5). Lo farà sempre in tutti e cinque i parziali, subendo però in tre occasioni la rimonta delle avversarie. In questa prima frazione, paga qualche errore di troppo in attacco e si fa superare (13/16) dalle padrone di casa che tengono il vantaggio fino alla fine. Nel secondo set, San Marino sempre avanti (8/6 e 16/10) con un gioco sempre volitivo che porta a vincere tutti gli scambi lunghi. Nel terzo, quando si arriva sul 10/5 per le ragazze di Morolli e una positiva Samanta Giardi infila tre ace, il parziale sembra chiuso. Invece la squadra “si blocca” e comincia a subire il muro e la difesa avversarie. Le lussemburghesi lentamente si riportano sotto e arrivano a mettere il collo davanti chiudendo sul 26/24. La quarta frazione ha un andamento simile, con la differenza che è San Marino a vincere di un’incollatura al fotofinish (25/23). Nel tie-break, ancora una volta le titane partono meglio (8/6 al cambio campo) ma Frisch continua a far danni e trascina le sue fino al 15/13.

Il tabellino: Giardi 17, Bacciocchi 11, Glancy 8, Elisa Parenti 13, Vanucci 7, Montironi 5, Mazza (L), Chiara Parenti. Non entrate: Barducci, Conti, Stimac, Magalotti.

Giovedì 30, alle 12.30, match importantissimo contro Cipro. Si deve vincere per cullare ancora sogni di medaglia d’oro.