30/04/17 – Serie C femm./ Banca di San Marino sconfitta al tie-break dal Riccione

AnitaMagalottiVert

Serie C femminile. BANCA DI SAN MARINO – Riccione 2 a 3 (25/15 19/25 25/22 24/26 13/15). Una BANCA DI SAN MARINO che gioca bene solo a tratti esce sconfitta al tie-break dal derby casalingo col Riccione. Le motivazioni delle avversarie hanno la meglio su quelle delle padrone di casa che ora dovranno giocarsi il secondo posto in classifica fino all’ultima partita prima di affrontare i play-off. San Marino è discontinua in attacco e in battuta; trova tanti muri vincenti da parte dei centrali Vanucci (9) e Tomassucci (5) che alla fine saranno anche le top-scorer della squadra; si avvale di una buona dell’opposto Magalotti, autrice di 15 punti ma in alcuni tratti di partita scompare dal campo giocando sotto ritmo.

In partita, le sammarinesi partono forte sia spingendo in battuta, sia sfruttando bene l’attacco lungolinea con Elisa Parenti e Bacciocchi (10/5). Un paio di errori in attacco consigliano a coach Nanni di chiamare time-out sul 13/11. Le titane si riprendono e allungano fino al 18/12, costringendo a loro volte le avversarie al time-out. Da lì in poi il set fila via liscio con le padrone di casa che continuano a spingere in battuta e chiudono sul 25/15. Nel secondo parziale il primo break è delle padrone di casa (7/4) ma il Riccione è in partita, rientra (9/9) e allunga (10/14). La BANCA DI SAN MARINO in questa fase è in difficoltà a costruire gioco e in battuta e Riccione, per contro, gioca bene in difesa e migliora la ricezione. Due attacchi di Magalotti e alcuni errori delle avversarie riportano le squadre in parità (14/14). Il Riccione però allunga ancora (15/18) e stavolta in maniera decisiva. Il set si chiude sul 19/25. Nella terza ripresa di gioco il primo allungo è delle ragazze di Nanni (9/6) ma Riccione rientra e sorpassa, come nel set precedente, anche per qualche errore di troppo in attacco delle titane (12/13). Stavolta però la BANCA DI SAN MARINO reagisce e si riporta davanti (18/15) ma Riccione, caparbiamente, rientra (18/18). Si gioca sul filo della parità fino alla fine quando a chiudere sul 25/22 sono due attacchi vincenti di Tomassucci e Bacciocchi. Partenza a razzo del Riccione nel quarto set (1/4) e Nanni costretto a chiamare il time-out sul 3/7. La squadra però non reagisce e sul 4/11 le bancarie sono costrette al secondo time-out. Parenti e compagne inseguono per tutto il parziale e arrivano al pari sul 20/20. Si arriva ai vantaggi ed è Riccione a spuntarla al secondo set-ball (24/26).

Il tie-break è molto tirato. San Marino fatica a mettere a terra la palla ma cambia comunque sull’8/7. Sul 13/10, però, si blocca completamente e perde subendo un break di 0/5.

TABELLINO BANCA DI SAN MARINO. Elisa Parenti 15, Tomassucci 18, Magalotti 15, Bacciocchi 12, Vanucci 16, Carnesecchi 1, Padovani (L), Benvenuti, Chiara Parenti. N.E. Ridolfi, Pasolini, Fiorucci. All. Luca Nanni.

CLASSIFICA: Cervia Volley 65, Fatro Ozzano 54, BANCA DI SAN MARINO 54, Riccione 47, Rubicone In Volley Savignano 46, Flamigni Sammartinese 40, Fenix Faenza 37, Olimpia Ravenna 36, Cattolica Volley 30, Pgs Bellaria Bologna 28, Montevecchi Imola 27, Teodora Ravenna 23, Progresso Bologna 21, Gut Chemical Bellaria 17.

PROSSIMO TURNO: (26^ giornata, ultima di campionato). Mercoledì 3 maggio: Gut Chemical Bellaria – BANCA DI SAN MARINO (Bellaria, ore 21,15).

Nazionale maschile. Nel quadro delle partite preparatorie al torneo di pallavolo dei Giochi dei Piccoli Stati, la nazionale maschile ha affrontato il Cesena, compagine di serie B, perdendo al tie-break per 3 a 2. Nell’incontro disputatosi l’8 marzo fra le due compagini, i cesenati si erano imposti per 5 set a 0 (si era stabilito di giocare comunque cinque set). “Un ottimo test e una buona partita – afferma un soddistato Stefano Mascetti, Ct della nazionale – abbiamo giocato bene con qualche inevitabile sbavatura, direi che siamo sulla buona strada per farci trovare pronti a fine maggio”.

Nella foto: Anita Magalotti